Camellia

Giuseppina Mercatelli

Informazioni aggiuntive

Cultivar

Specie

Origine

Anno Pubblicazione

Zona

Posizione

Data Piantagione

Vivaio

Colore

,

Forma

Profumo

Sinonimi

,

Descrizione:

Giuseppina Mercatelli (C.japonica), Catalogo Mercatelli, 1881: Prima edizione. Fiore grande, regolare, perfettamente embricato a spirale, bianco marmo; petali grandi, rotondi, un po’ riflessi, diventano più piccoli, più stretti e appuntiti verso il centro, alcuni petali sono attraversati da una striscia larga e variabile di carminio vivo. La pianta ha forma compatta e fogliame fine. Il Bollettino della R. Società Toscana d’orticultura, 1881 dà un buon piatto di questa varietà. Errore ortografico: ‘Guiseppina Mercatelli’. Abbreviazione: ‘Giuseppina’.

M. Grilli in Bolletino della Società della Camelia di Toscano,1881,p.299: “Oggi dobbiamo registrare con molto piacere un’altra nuovissima varietà che porta il nome di Giuseppina Mercatelli, ottenuta dal seme e appena messa in commercio da il diligente Orticoltore Raffaello Mercatelli. Siamo lieti di poter offrire ai nostri lettori, fedelmente rappresentata in cromolitografia, questa novità orticola e questo ci dispensa dal descrivere i caratteri che la contraddistinguono e dal notare la sua bellezza. Diremo solo che la Camelia Giuseppina Mercatelli ha il vantaggio di aumentare il numero delle varietà a fondo bianco, di cui c’è sempre una certa scarsità in tutte le collezioni”. Nota di Armando de Castro Oliveira: “Silvestre Grilli aveva a Firenze, nella metà del XIX secolo, una nota società orticola con Federigo Burnier detto ‘Stabilimento agrario-botanico Burnier e Grilli’ responsabile della creazione di alcune nuove cultivar di camelie e importando molte altre piante e sviluppandone di nuove.”

Nelle foto possiamo vedere anche il suo sport rosa.

Link ICS : https://camellia.iflora.cn/Cutivars/Detail?latin=Giuseppina%20Mercatelli