Camellia

Hagoromo

Descrizione:

Il nome ‘Hagoromo’ è stato utilizzato per circa 9 cultivar, alcune ora estinte, tra cui Itō, Ihei, 1695, Kadan Chikinshō: Rosa cachi, petali appuntiti, doppio. Iwasaki, 1821, Honzō: Rosa ciliegia, doppio formale. Entrambi diversi dall’Hagoromo moderno. Yashiro Kōken, 1841, Kokon Yōrankō, vol.311. Nessuna descrizione; Kasuya, Kamegorō, 1859, Tsubaki Irohanayose Irotsuki elenca tre Hagoromo. Uno è un rosa ciliegia singolo, a forma di tazza da sake; il secondo è un rosa cachi, doppio, piccolo; si pensa sia lo stesso di Itō; e infine il terzo come ‘Nuovo Hagoromo’: di grandi dimensioni, rosa pallido, forma di loto doppia, che sembra essere la stessa del cultivar moderno. Una classica semidoppia rosa tenue. Di dimensioni medie. I petali si curvano gradualmente verso l’esterno. Sottile colonna di stami. Foglie strettamente ellittiche a strettamente ovate-ellittiche, ondulate, venature leggermente impresse; margini crenato-seghettati. Una camelia giapponese di antichità, importata in Italia nel 1886 e rinominata ‘Magnoliaeflora’ (‘Magnoliiflora’), con cui è generalmente conosciuta nel mondo occidentale. Nel 1953 ha ricevuto un “Premio al Merito” dalla RHS. Il suo sport rosso in Portogallo è stato chiamato Magnolia ed è apparso successivamente, in California dove è stato chiamato ‘Rudy’s Magnoliaeflora’. Sinonimi: ‘Magnoliiflora’, ‘Rosa dell’Alba’, ‘Veste dell’Angelo’, ‘Veste di Piume’, ‘Hagoromo-Tokyo’. ‘Magnoliaeflora’ (Meridionale). ‘Magnoliaeflora’ (di Kiyono), ‘Magnoliaeflora Meridionale’, ‘Magnoliaefolia’, ‘Magnoliaeflora Rosa’. Errori ortografici: ‘Hagorome’, ‘Magnoliaeflora’. Pseudonimo: ‘Cho-no-hagasane’. Di origine a Kantō, Giappone. Vedi Tuyama, 1966, Cultivar di Camellia del Giappone, tav.95, p.160; Andoh, 1971, Tsubaki, Introduzione e Coltivazione delle Bellezze, p.29, tav.82; Tuyama, 1968, Camelie in Giappone, tav.91, p.46 come ‘Hagoromo-Tokyo’; Seibundō Shinkōsha, 1979, Senchinshū, p.114; Yokoyama & Kirino, 1989, Nihon no Chinka, p.306; Katei Gahō, a cura di, 1984, Chabana Koyomi, vol. 1, Tsubaki, p.52. Sinonimo cinese ‘Yuyi’. Questo cultivar è stato premiato come pianta AGM (Award of Garden Merit) dalla Royal Horticultural Society nel 1993 con una valutazione H5 (resistente: inverno freddo; da -15°C a -10°C).

Link ICS : https://camellia.iflora.cn/Cutivars/Detail?latin=Hagoromo