Camellia

Tama-no-ura

Informazioni aggiuntive

Cultivar

Specie

Origine

Anno Pubblicazione

Zona

Posizione

Data Piantagione

Vivaio

Colore

Forma

Profumo

Sinonimi

,

Descrizione:

Yokoyama, nel 1975, Gendai Tsubaki Meikan, pag.161, illustrazione e descrizione: Di medie dimensioni, a forma di campana singola, con 6 petali, bordo rosso su bianco chiaro, il bordo tende a scomparire nei fiori più tardi e sulle piante giovani. Grappolo di stami cilindrici, filamenti bianchi. Fiorisce dall’inizio alla metà della stagione. Foglie verde scuro, lunghe-lanceolate, apice appuntito, leggermente ondulate, margini seghettati, venature leggermente in rilievo. Scoperta in natura da Tomokazu Fujita nel 1947 a Tama-no-ura, Isola di Fuku’e, Arcipelago di Gotō, Prefettura di Nagasaki, Giappone, e selezionata da Konomi, Masahiro, Città di Kurume, Prefettura di Fuku’oka. Nominata e rilasciata dalla Società Camellia Prefetturale. Esibita per la prima volta a Nagasaki nel 1973. Prima introdotta in Occidente dalla Nuccio’s Nursery nel 1979. Vedi foto a colori e descrizioni: Katei Gahō, ed., 1984, Chabana Koyomi, vol.1, Tsubaki, pag.63; Copertina anteriore, SCCS., 1979, The Camellia Review, vol.41, n.1. Seibundō Shinkōsha, 1980, Senchinshū, pp.90, 228. Yokoyama & Kirino, 1989, Nihon no Chinka, pag.273 come ‘Tamanoura’. Vedi frontespizio del Registro Internazionale della Camellia. Sinonimo cinese ‘Yuzhipu’.

Link ICS : https://camellia.iflora.cn/Cutivars/Detail?latin=Tama-no-ura