Camellia

Bella Romana

Informazioni aggiuntive

Cultivar

Specie

Origine

Anno Pubblicazione

Zona

Posizione

Data Piantagione

Vivaio

Colore

,

Forma

Profumo

Sinonimi

, , , ,

Descrizione:

Catalogo van Houtte, 1856; Medici Spada, 1858, Catalogo nel Giardino a Villa Quiete, p.4; Lemaire, ed., 1863, L’Illustration Horticole, vol.10, tav.349: Simile a una grande picotee delle Fiandre, questa magnifica camelia, della classe perfezione, è stata ottenuta da seme in Italia. Ha fiori di dimensioni molto grandi composti da petali grandi, per lo più uniformi e regolarmente imbricati in file. Uno sfondo prevalente di rosa è segnato da numerose striature di cremisi, con sottili segni dello stesso colore sui bordi dei petali. Fiorisce a metà stagione. Originata da Delgrande, Roma, Italia. Varianti ortografiche: ‘Belle Romana’, ‘Belle de Romana’. In America i nomi di diverse altre cultivar di camelia sono stati erroneamente attribuiti a Bella Romana. Secondo Fendig, 1953, Catalogo della Camelia Americana, questi includono ‘Madame de Strekaloff’, ‘Bella Jeannette’, ‘Cleopatra’, ‘Tricolor Imbricata’, ‘General Lamoriciere’, ‘Duc de Orleans’, ‘Marguerite Gouillon’, ‘Punctata Major’, ‘La Peppermint’. Tra gli sport nominati ci sono: La Bella, Bella Romana Red, Bella Romana Pink e Tricolor Imbricata Rubra. Errori ortografici includono: ‘Bella Romano’, ‘Bella Romama’. Vedi la foto a colori, p.71, Macoboy, 1981, Il Dizionario del Colore dei Camellia. Nel Catalogo delle Piante di Rollisson del 1877-1878, p.153 la descrizione è: Rosa brillante striato di bianco. Imbricato. È possibile che si tratti di uno sport. Nota: Collected Papers, Congresso ICS, Kurume 2010, p.94, “Caratterizzazione e differenziazione…; Jose Luis Couselo et al”. Il genotipizzazione delle sei cultivar identificate come Bella Romana ha rivelato che erano 4 cultivar diverse di C. japonica.

Link ICS : https://camellia.iflora.cn/Cutivars/Detail?latin=Bella%20Romana