Camellia

Francofurtensis

Descrizione:

Allegemeine Garten Zeiten, 1834, pp.342,343. Loudon, 1835, The Gardeners’ Magazine, p.265: Originata da J. Rinz, Francoforte sul Meno, Germania, il 19 marzo 1835. Ho ottenuto, dal seme di C. japonica ‘Argentea’, una splendida varietà. È fiorita l’anno scorso. È grande quanto la C.reticulata. Rousseau, Catalogo di Angers, 1842-1843, p.2: Imbricato, rosso che sfuma in rosa. È stato rappresentato e descritto da Vershaffelt, 1849-1850, Nouvelle Iconographie, Libro VIII, tav.II: Il fiore misura almeno 12-13 cm di diametro, i numerosi petali sono disposti in modo molto regolare. Quelli periferici sono larghi, arrotondati e profondamente bilobati, gli altri, oblungi, ovali, tagliati all’apice in 2 o 3 lobi irregolari. Quelli centrali sono compatti, lanceolati, ondulati ed emarginati. Un colore ciliegia brillante e ricco. Berlèse ha anche rappresentato e descritto la varietà come C. ‘Francofurtensis’, vol.2, 1843, tav.152. La descrizione è sostanzialmente la stessa di Verschaffelts. Una camelia popolare per 150 anni, il suo nome è stato scritto in vari modi, tra cui: ‘Francfortensis’, ‘Francfurtensis’, ‘Franckfurtensis’, ‘Francofortensis’, ‘Francofurstensis’, ‘Franco-Furtana’, ‘Frankenfortensis’, ‘Frankfortensis’, ‘Frankofortensis’, ‘Frankofurtensis’, ‘Frankofortensis’, ‘Francfoutensis’, ‘Franco Furtensis’, ‘Frankfortiensis’. Ha anche ricevuto diversi sinonimi: ‘Wellingtonio’, ‘Wellingtonia’, ‘Wellingtoni’, ‘Dark Fulgens’, ‘Dark Fukgens’ (Rinz).

Link ICS : https://camellia.iflora.cn/Cutivars/Detail?latin=Francofurtensis