Camellia

Oki-No-Nami

Informazioni aggiuntive

Cultivar

Specie

Origine

Anno Pubblicazione

Zona

Posizione

Data Piantagione

Vivaio
Colore

Profumo

Sinonimi

, , ,

Descrizione:

Itō, Ihei, 1710, Zōho Chikinshō; Itō, Jukyū, 1739. Honzō Hanamaki’e; Kasuya, Kamegorō, 1859, Tsubaki Irohanayose Irotsuki; Itō, Ko’emon, 1879, Chinkashū: Rosa chiara, striata di rosa più intenso. Doppia. Un fiore semidoppio, con un diametro di 9-10 cm, composto da 14-16 petali disposti su 3 file, lo sfondo rosa chiaro è ricoperto da tonalità più profonde di rosa, con sottili venature e sfumature che sfumano al bianco ai margini dei petali, con striature casuali di cremisi. Fiorisce a metà stagione. Mutazioni sportive: Moshio, Tsurikagari, Ama-obune. Sinonimi: ‘Oki-no-nami-tsubaki’, ‘Oki-no-nami’ (2). Lettura alternativa: ‘Okinonami’. Consulta: Tuyama, 1966, Coltivazioni di Camelia del Giappone, tav. 16 e p.34; Adachi, 1960. Camellia. La sua Apprezzamento e Arte…, p.100; Andoh, 1971, Tsubaki, Introduzione e Coltivazione delle Belle Camellie, tav. 131, p.44; Enciclopedia delle Camelie a Colori, vol.I, 1972, tav. 357, p.153 e p.344; Satō, 1975, Le Camelie della Regione Chūbu, p.103; Macoboy, 1980. Il Dizionario del Colore delle Camelie, p.108; Seibundō Shinkōsha. 1979. Senchinshū, pp.28, 204. Yokoyama & Kirino, 1989, Le Camelie Cinesi, p.348. Originaria dell’area di Kantō. Giappone. Sinonimo cinese: ‘Chonglang’, successivamente corretto in ‘Chongzhilang’.

Link ICS: https://camellia.iflora.cn/Cutivars/Detail?latin=Oki-no-nami