Camellia

Kuro-tsubaki

Descrizione:

Mizumo, 1829, Sōmoku Kinyōshū nella sezione sulle foglie insolite. Doppio come per il rosso ‘Irokuroki’, simile al ‘Mokurenbana’, che significa fiore rosso scuro. Kasuya, Kamegorō, 1859, Tsubaki Irohanayose Irotsuki; Tokyo Nursery Catalogue, 1896 e il catalogo della Nihon Shokubutsu Kaisha Ltd. Nursery, 1912-1913: “Nero-rosso con una sfumatura viola” e il Chūgai Nursery Catalogue, 1934-1935 lo descrive come un “fiore doppio nero brillante”. Per foto a colori moderne, consulta: Fendig, 1953, American Camellia Catalogue. tavola a colori; Adachi, 1960, Camellia, Its Appreciation and Artistic…, p.198; Tuyama, 1966, Camellia Cultivars of Japan, tav. 132; Tuyama, 1968, Camellias of Japan, tav. 274; Andoh, 1971, Tsubaki, Meika no Shōkai to Saibai, tav. 2: Enciclopedia delle Camelie a Colori, vol. I, 1973, tav. 155; Seibundō Shinkōsha, 1979, Senchinshū, p.48; Macoboy, 1981, Il Dizionario a Colori delle Camelie, p.98. Foglie verde opaco, lanceolate ellittiche a ellittiche, finemente seghettate, piccioli glabri, nerastri, gemme nerastre. Fiori semi-doppi a peonia aperta con petali stretti e stami irregolari, rosso scuro (rosso ribes 821/1). Fiori di fine stagione. I giovani germogli e le radici mostrano un colore viola scuro. Sinonimi: ‘Principe Nero’, ‘Giapponese Nero’, ‘Purpurea’, ‘Vecchio Porto’, ‘Camelia Nera’. Originato nell’area di Kantō, Giappone. Corruzione del nome giapponese: ‘Kuru-subaki’, ‘Kuto-tsubaki’, ‘Kuro-subaki’, ‘Kuru Tsubaki’. Sinonimo cinese ‘Heichun’.

Link ICS : https://camellia.iflora.cn/Cutivars/Detail?latin=Kuro-tsubaki