Camellia

Incarnata

Descrizione:

Andrew, 1812, Botanical Repository, vol.10, pl.660 come ‘flore pleno Incarnato’. Nel 1816 fu elencata come “The Blush Camellia” nel Registro Botanico e infine le fu dato il nome della cultivar Incarnata nel Gabinetto Botanico di Loddige, 1818 con una tavola a colori. Un doppio formale, 7-9 cm di diametro, petali esterni obovati, 4 cm di lunghezza x 3,3 cm di larghezza, leggermente dentellati; petali centrali obcordati con apice corto e appuntito. Imbricato per dare una forma a più livelli o esagonale. Rosa alba pallido (RHS.CC. 523/3) o più chiaro, la profondità del colore dipende dalla protezione dei fiori. Foglie strettamente obovate, 9 cm x 4 cm, apice acuminato, margini seghettati, verde medio chiaro, superficie superiore con venature chiare. Portamento lento, eretto, crescita diffusa. Importato dalla Cina per Lady Amelia Hume di Wormleybury, Inghilterra nel 1806. Il sinonimo “Lady Hume’s Blush” è di uso comune per questa cultivar. Sinonimi: ‘Buff’, ‘Buff Pink’, ‘Blush’, ‘Double Blush’, ‘Double Buff’, ‘Flavescens’, ‘Hume’s Blush’, ‘Lady Hume’s Blush’, ‘Lady Hume’s Double blush’, ‘Maiden’s Blush ‘, ‘Pudeur de Madamoiselle Hume’, ‘Mahdenblush’, ‘Maidenblusch’, ‘Camurca’, ‘Incarnata Plena’, ‘Incarnata Flavescens’, ‘Incarnata Stella’, ‘Incarnata Myrtifolia’, ‘Incarnata Pallida’, ‘Incarnata Pink’ , ‘Precocissima’, ‘Flesh Coloured’, ‘Kewblush’, ‘Incarnate’, Japonica Flore Plena Incarnata’, ‘Magnifica Maiden Blush’, ‘Roseaflavescens Hume’s Blush’. Pseudonimo: ‘Carnea’. Tavole a colori: Berlèse, 1843, Iconographie, tav.118. Urquhart, 1956, La camelia. Waterhouse, 1952, Camellia Trail, pl.VI. Baumann & Baumann, 1831, Collection de Camellias élèves à Bollweiler, p.11, pl.24.

Link ICS : https://camellia.iflora.cn/Cutivars/Detail?latin=Incarnata